Cerca

Più che un sospetto una certezza

PIU’ CHE UN SOSPETTO UNA CERTEZZA Dopo quanto esternato dal Presidente ai volontari (?) della protezione civile, dopo il giochino delle tre tavolette lasciato al giudice del lavoro nella nuova versione del ddl Fornero, dopo lo spread tra le previsioni ministrali e quelle dell’inps e sindacati sul numero degli esodati, dopo il tracollo dei mercati, dopo le minacce del governo di lasciare se non viene lasciato in pace (magari!) …il sospetto diventa una certezza. E’ il Nord Est il vero pericolo. E dunque, pensa qualcuno in alto loco, va annientato politicamente, socialmente ed economicamente, perché essendo produttivo è automaticamente evasore, infatti come può sopravvivere se paga tutte le tasse che sono state escogitate? Egregio direttore continui a dare voce a questo popolo, di radici venete ma che ha ospitato ed integrato chiunque volesse lavorare a qualunque livello, che ha fatto la sua parte, grazie ai suoi conferimenti a Roma, per tenere in piedi l’Italia. Ecco, quello che auspico è una bella Bora (di piazza) che spazzi via i tanti parassiti smemorati e poco democratici come anche gli spaventapasseri travestiti da espertoni che hanno difficoltà a far di conto e non vogliono ascoltare i buoni consigli e soprattutto conoscono poco e male la storia. Ergo censeo Cataginem delendam esse. P.S. Tenga accesa radio radicale quando trasmette dal Parlamento ma forse voi vi siete gia accampati, sono gli altri italiani che lavorano che dovrebbero sintonizzarsi, un bell’elettroshock aiuterebbe a reagire. I più cordiali saluti, MCristina Tagliabue Monza, 15 aprile 2012

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog