Cerca

I Partiti siano in sintonia con il Paese

I diffusi episodi di corruzione in ambito politico e il bipolarismo manicheo,che ha prodotto coalizioni eterogenee e governi inefficienti,sanciscono il definitivo fallimento della seconda Repubblica.Il governo Monti rappresenta,in questo contesto,la risposta piu'autorevole alla crisi dei partiti che hanno raggiunto il minimo storico in termini di credibilita'.Se le nuove norme riguardanti il finanziamento alle forze politiche si limitassero a prevedere maggiori controlli rispetto alla situazione esistente,senza un deciso intervento in merito alla riduzione dei contributi,difficilmente la classe politica riconquistera'la fiducia dei cittadini,compresi coloro che partecipano alla vita dei partiti.In una fase in cui si richiedono sacrifici a tutti gli italiani, non sono piu' tollerabili certi vergognosi stipendi a manager pubblici ed eccessivi compensi a parlamentari e consiglieri regionali.Mi auguro che il Parlamento sappia porsi in sintonia con il Paese come il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. BRUNO CASSINARI (Capo segreteria politica Udc di Piacenza)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog