Cerca

matematica

caro direttore, oggi in tre diversi supermercati della capitale ho verificato il prezzo della stessa confezione di marmellata di marca primaria. Ebbene, ho riscontrato nei tre casi i seguenti prezzi di vendita, in nessun caso oggetto di promozione : 2,01 euro, 1,85 euro, 2,29 euro, ovvero ben 23% di spread. Allora mi chiedo, che senso ha ostacolare l'aumento dell'IVA come soluzione alternativa alla miriade di tasse che negli ultimi mesi sono state introdotte con effetto destabilizzante sui consumi? Dell'aumento di un paio di punti dell'IVA non si accorgerebbe nessuno , come nessuno, tranne il sottoscritto, si accorge della variabilità dei prezzi da un negozio all'altro, magari facenti parte della stessa catena, come nel caso da me citato. Basta conoscere la matematica, e le abitudini della gente. Troppo complicato per i Tecnici?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog