Cerca

il Ministro Terzi e l'autista pregiudicato

Gentile Direttore, ho letto con attenzione l'articolo pubblicato su Panorama qualche settimana fa e riguardante l'utilizzo dell'autovettura di servizio in uso al ministro degli esteri per accompagnarne la prole a scuola. Rivedendo le foto mi sono reso conto che l'autista utilizzato per questo servizio sui generis era, e lo è ancora, Leonardo Rosario Rapisardi, più noto al Palazzo di Giustizia di Roma che alla Farnesina dove presta servizio grazie ad una assunzione di comodo ai sensi della legge 482/68. Il Rapisardi, infatti, con sentenza passata in giudicato e non appellata, è stato condannato a 18 mesi di reclusione. Risultano anche altre pendenze penali ed amministrative che fanno di questo individuo una persona non idonea a guidare una autovettura la cui guida è appannaggio esclusivo delle forze dell'ordine. Le risultanze penali del Rapisardi, sedicente agente della Guardia di Finanza, sedicente ottico, sedicente gioielliere, sedicente gestore di stabilimento balneare a Taormina, rendono a dir poco pericolosa la presenza di costui insieme ad un Ministro della Repubblica che spesso e volentieri potrebbe trovarsi a condurre discussioni anche classificate nella autovettura di servizio. Viene quindi spontaneo chiedersi quale possa essere il rapporto tra il Rapisardi e il Ministro Terzi di Sant'Agata che appaiono da anni inseparabili. In questo momento di "trasparenza" è ridicolo se non preoccupante sapere che un esponente del Governo si accompagni ad un pregiudicato comune senza che nessuno abbia l'ardire di chiedergliene conto o di ricordargli i rischi ai quali va incontro quotidianamente. Credo, che se non altro per dovere di cronaca, che Lei abbia il dovere ed il diritto di approfondire la vicenda pubblicando le risultanze.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog