Cerca

Ottusità di Weidmann

Gentile direttore sarei molto curioso di ascoltare un commento sull’ultima disgraziata esternazione a mercati aperti di quel personaggio che mi ricorda molto per autoritarismo, insensibilità, egoistica ottusa visione della realtà alcuni di 70 e più anni fa e che risponde al nome di Weidmann (Buba) Noi la Spagna , il Portogallo insomma i paesi “ a rischio” stiamo facendo enormi sacrifici .Le tasse da noi appena introdotte servono a ricondurre indietro il deficit di bilancio aumentato per gli attacchi speculativi contro la struttura dei nostri tassi pagati nel rinnovo del debito in scadenza al fine di riavviarci verso il pareggio , strada peraltro imboccata con Tremonti. Ora, bene comune per tutta l’Europa sarebbe che accanto a politiche più virtuose di questi paesi si mettessero i mercati in condizione di fronteggiare gli attacchi speculativi dovuti alla percezione che l’Europa procede in ordine sparso con poca o nulla coesione fra stati (per credere vedere la maxi vendita di praticamente tutto il debito italiano da parte della DB nei primi mesi del 2011) e soprattutto con dosi inaccettabili di miopia ed egoismo. Quello che va bene per la Germania non è quello che serve ad italia Spagna ecc. e fra un po’ anche alla Francia. Compagni di viaggio ,dunque ma che non sono accomunati quasi da nulla e per giunta con qualcuno che rema contro. Cosa aspettiamo a boicottare le merci tedesche, cosa aspettiamo ad andare sotto i Palazzi a ribellarci per far capire che i nostri sacrifici saranno vani se la speculazione riporta (come sta accadendo oggi) verso l’alto il costo del debito. Non possiamo pagare Weimar a distanza di decenni e soprattutto affidarci ad una Banca centrale che secondo le parole di oggi di Weidmann non deve occuparsi dei problemi della Spagna (come se la Spagna fosse in Australia e non un grande e importante paese della comunità europea) Scempiaggini pericolose che ci potrebbero condurre a contrapposizioni aspre forse molto più fosche di quello che i tedeschi si potrebbero aspettare Ma la cosa che brucia di più è che non sento una parola, che sia una, dal nostro premier per perorare la causa di un maggiore equilibrio da parte dei banchieri di formazione Bundesbank lo dica Lei per favore , lo ripeta e lo ripeta fino alla nausea , mi creda è un “servizio pubblico”che rende alla Nazione ,bisogna creare una consapevolezza e un forte consenso attorno a questo punto grazie dr. Giampiero F.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog