Cerca

Controspead

Se non si abbatte lo Spread sui Bund gli interessi di BTP e CCT salgono, il PIL scende, il MIB e il FTSE vanno a picco, entriamo in recessione e andiamo in Default. Tradotto significa che siamo entrati in Europa con un treno merci carico di Lire e siamo tornati con un furgoncino di euro e, com’era prevedibile, siamo rimasti a secco. Come rimediare? Si domandano gli “irresponsabili”, cioè i politici che ci hanno portato a questo punto dopo decenni di malgoverno. "Facile ..." dice Casini. "Si fa un governo tecnico che massacri di tasse il Paese e quando la gente non ne può più, si manda a casa e si torna noi a salvarlo." Detto fatto ecco il nuovo cdm al lavoro. Parte subito l’idea di mettere a tutti un contatore sulle spalle per tassare l’aria respirata ma, seppure a malincuore, viene scartata per problemi di praticità. (Pare che l’apparecchio risulti troppo pesante e ingombrante, soprattutto per minatori, contadini e operai.) “I soliti comunisti che non vogliono collaborare.” Avrebbe detto tra le lacrime di frustrazione la Fornero che, nel progetto, aveva intravisto la soluzione a tutti i problemi. “Peccato perché sarebbe stata una tassa equa, l’unica nella storia della Repubblica. Ognuno avrebbe pagato secondo i propri consumi reali e non su quelli presunti, senza se e senza ma!” Giocoforza si è passati all’idea di “bombardare di tasse” le case di proprietà. Un’idea subito valutata straordinaria, quasi buona come quella del contatore. Quasi tutti gli italiani ne hanno una, e se ne hanno due o più è anche meglio. Così imparano a investire sul mattone invece che giocare al videopoker o spassarsela in ferie! Ma a conti fatti ancora i soldi non bastano a garantire l’inviolabilità dei privilegi della “casta”. “ Geniale, ma a conti fatti mi sa che ci tocca cacciare qualcosa anche noi ….” Dice depresso il premier terrorizzando i presenti. “A meno che non interveniamo anche sulle pensioni.” “Allora facciamolo subito, senza se e senza ma! ”Rispondono in coro i colleghi asciugandosi il sudore per lo scampato pericolo. “Così imparano a sopravvivere alle miniere e alle fonderie. E’ poi è gente piena di pretese! Vogliono l’assistenza sanitaria, vogliono mangiare tutti i giorni, vogliono questo, vogliono quello e che cavolo, vogliono tutto loro!” Ed ecco varata la manovra, che ci voleva? Danilo Gallorini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog