Cerca

Polizia Penitenziaria no secondini.

Egregio Signor Direttore leggendo l'articolo da voi pubblicato in data odierna riguardante la squadra di calcio del Ministero della Giustizia "Astrea" mi trovo in dovere di intervenire. Al di là di tutte le problematiche legate alla crisi italiana che ci ha colpiti e che in maniera molto precisa e imparziale la vostra testata segnala, leggo nel vostro titolo "Casta e sprechi: il Ministero della Giustizia controlla la Astrea (serie D) e assume giocatori facendoli passare per secondini. E gli dà il posto fisso" figura la parola secondini. Purtroppo non è la prima volta che tutti i giornali, tv, radio,ecc. compare questo termine. Vorrei solo ricordare che la parola secondino o guardia carceraria sono usati come dispregiativi come piedi piati per la polizia di stato. Oggi esiste un corpo di Polizia chiamato "Polizia Penitenziaria" militarmente organizzato ma senza stellette al pari della Polizia di Stato, e con dei compiti istituzionali ben precisi, un corpo nato nel 90 con una legge dello stato (la 395/90 del 15 Dicembre), un corpo che prima della riforma era chiamato Agenti di Custodia, un corpo con un ordinamento militare, un corpo che oggi è cresciuto e nonostante le difficoltà finanziarie dello stato continua ad evolversi con compiti sempre nuovi, fa parte a tutti gli effetti dei cinque corpi di Polizia presenti in Italia. E' inutile che dica altro, per un appartenente alla Polizia Penitenziaria, fiero di indossare la divisa del corpo, da veramente fastidio essere definito nei modi più disparati tranne quello giusto. Mi chiedo ma è così difficile indicarci come Polizia Penitenziaria? Per concludere tengo a precisare che questo sfogo non è rivolto solo a Libero, spero solo che in futuro le assunzioni nella polizia Penitenziaria vengano fate per coprire le carenze nei luoghi di detenzione nuclei traduzioni, ecc. Cordiali saluti Vincenzo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog