Cerca

Gli sprechi della pubblica amministrazione - un'esperienza

Buongiorno, le invio questa mail sia per raccontare una stortura della pubblica amministrazione, sia per chiederle un consiglio Circa un mese fa mio figlio si prende una multa - meritata - da una pattuglia di vigili urbani di Milano. Sul verbale è indicata la cifra da pagare entro 60 giorni. Mio figlio la paga entro 10 giorni. una dozzina di giorni dopo, arriva una Raccomandata dai vigili urbani, spedita 6 - 8 giorni dopo che mio figlio aveva pagato, con la quale comunica che l'importo della contravvenzione è maggiore a quello precedentemente indicato di 33 centesimi di Euro. Costo della raccomandata con ricevuta di ritorno circa 10 Euro (6,6 solo il bollo sulla busta). Telefono al corpo dei vigili e l'impiegato mi dice che posso pagare i 33 centesimi andando in un ufficio comunale con cassa. Chiedo se non si rende conto dell'assurdo che, per richiedere 33 centesimi, l'amministrazione perde risorse (tempo e denaro) centinaia di volte l'importo richiesto. L'impiegato conferma ma dice che non può fare nulla, perchè i regolamenti sono regolamenti e non si interpretano. Mi consiglia poi di pagare perchè, afferma, dice di aver visto porre sotto sequestro autovetture per differenze di 1 Euro. La prima questione è: si vuole risparmiare denaro: forse adottare degli importi minimi oltre i quali procedere con rettifiche e recuperi sarebbe un risparmio per la pubblica amministrazione. Darebbe poi meno l'impressione di trattarci come sudditi, cosa che non guasterebbe. Se poi la pubblica amministrazione deve essere rigida come un computer, mettano un computer e lascino a casa dei dipendenti che non fanno altro che un lavoro da passacarte. Vengo alla domanda: cosa succede se non pago i 33 centesimi di Euro? E' vero che poi c'è un crescendo di comunicazioni e spese per cui poi si rischia il sequestro di qualche cosa? (sono tentato di andare in comune con un pacchetto di sigarette con 2 sigarette: dovrebbe essere più di 33 centesimi e li inviterei a sequestrarmelo...) Cordialmente, P. Z. Per favore, nel caso pubblichiate la lettera, per non mettere in difficoltà mio figlio, gradirei che non apparisse il mio nome, ma solo le iniziali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog