Cerca

25 Aprile a santarcangelo di Romagna

Spett.le Direttore, Quanto accaduto durante le celebrazioni del 25 Aprile dello scorso anno a Santarcangelo è qualcosa di indegno per un paese che si considera civile, quando si tenta di escludere qualcuno o di negare la storia significa che ci stiamo culturalmente impoverendo. In quell' occasione alcuni esponenti del Pdl locale si erano presentati con la bandiera americana un atto che è stato letto da alcuni come una provocazione e che ha generato l' ira di diversi presenti che hanno reagito chiedendo di far sparire la bandiera o lasciandosi andare ad insulti nei confronti di questi manifestanti. Cosa c' è di provocatorio nell' ostentare la bandiera a stelle e strisce il 25? Non è possibile impedire a qualcuno di ricordare il sangue americano versato in quell' occasione e non sono neppure state le uniche forze straniere che hanno contribuito alla liberazione, portare quella bandiera non significa svilire o sminuire quanto fatto dai partigiani, portarla è una necessità in quanto per troppi anni non è stato reso il doveroso omaggio a chi si è adoperato a portarci la libertà di cui oggi godiamo. L' oltraggio purtroppo viene fatto ai morti e ai familiari delle vittime. Ci sono molti paesi in cui l' Italia si è adoperata per portare libertà e democrazia pensiamo ad esempio al recente impegno in Medio Oriente. Verrà il giorno in cui anch' essi festeggeranno la loro liberazione come reagiremmo noi italiani se la nostra bandiera fosse fischiata in una simile occasione? Il 25 Aprile non può e non deve essere strumentalizzato a fini politici, sia l' occasione per commemorare tutti i caduti di tutte le guerre, sventolino liberamente tutte le bandiere. Cordiali saluti, Loris Dall' Acqua Santarcangelo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog