Cerca

25 aprile e sinistra

Il Governo D’Alema aveva tolto la pensione a mia madre, che percepiva per aver perso un figlio di diciannove anni, partigiano fucilato in piazza dalle brigate nere, 200.000 lire (100 euro). Mia madre, ex operaia del pastificio Agnesi, secondo quel governo di sinistra, percepiva una pensione da lavoro troppo ricca per avere anche la pensione di guerra! Una cosa simile non l’aveva fatta neppure il governo di destra di Scelba. Ora sappiamo che i soldi risparmiati dalla pensione di mia madre sono andati a finanziare gioielli, liquidazioni e stipendi di consiglieri regionali di alto valore, segretarie di ex presidenti della Camera e del senato ora soubrette. Spero che queste persone in occasione del 25 aprile tacciano e che questo sia il primo anniversario della liberazione da questa classe politica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog