Cerca

Parlano di sviluppo e lasciano chiudere eccellenze

Da anni le televisioni nazionali - con una frequenza quasi quotidiana - ci presentano servizi-inchiesta, nei quali si denunciano le condizioni di moltissime aziende italiane, eccellenze nel loro settore e con ordinativi tali da prefigurare lavoro per decine di migliaia di persone per anni, costrette a chiudere perché non vengono concessi loro soldi dalle banche necessari per finanziarsi. Gli apparati statali che dovrebbero intervenire, sono sempre lì affacciati alla finestra, "terrazzari perdigiono" (copyright di Camillo Langone), a vedere l'agonia di questi cavalli di razza del tessuto economico. I grandi gruppi bancari - molti dei dirigenti di questo settore siedono proprio negli scranni parlamentari - invece di intervenire fanno spallucce. Un paese guidato da questa classe dirigente, da questi politici, con quale coraggio riesce a parlare di sviluppo? Come fanno a non vergognarsi?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog