Cerca

Il governo criminalizza il sud

Caro Direttore, questa mattina è stata diffusa la notizia che il Ministero dello Sviluppo, presidiato dal ministro Passera, avrebbe rettificato con un atto unilatrerale interpreativo la norma contenuta nel decreto poi diventato legge sulle semplificaizoni in virtù della quale venivano unificate sull'intero territorio nazionale le tariffe assicurative per le auto. In virtù di questa interpretazione ex post (non so con quale valore giuridico)è stato ripristinato lo status ante decreto, per cui in alcune regioni del centrosud, poichè a rischio di infiltrazione mafiosa, è consentito alla lobby delle assicurazioni(unica esente da controlli giudiziari!) di ripristinare le tariffarie per cui gli automobiisti di queste regioni pagano premi tre/4 volte maggiori di quelli pagati dagli automobilisti del nord. A prescindere dall'aberrante riconoscimento alle società di assicurazione di stabilire chi è o non è mafioso, non Le pare tutto ciò una violzione dei diritti di uguaglianza dei cittaidni dinanzi alla legge? Peraltro nulla ho sentito in proposito da parte di chicchessia delle tante parti politiche, nemmeno il cattedratico Casini ha a vuto nnulla da dire.Mi aspetto che almeno lei e il suo combattivo quotidiano denunciano questa vergognosa disciriminazione anti Sud e antilegge. Cordiuali saluti. Pietro Gagliardi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog