Cerca

Esodati Enel

Ma la Ministra Fornero è a conoscenza che Il principale azionista di Enel S.p.A. è il Ministero dell’Economia e delle Finanze con il 31,24% del capitale? Quindi l’ENEL” esoda” i dipendenti con queste modalità: • incentivi economici in parte a carico del Ministero dell’Economia e delle Finanze ; • pensionamento anticipato a carico dell'Inps. Di conseguenza i dipendenti ENEL sono”esodati” in gran parte a carico della comunità, per ben due volte, senza che nessuno eccepisca nulla. L'Enel non è un’ azienda in crisi che deve ristrutturarsi e contenere i costi, anzi acquisisce società in tutto il mondo, assorbendone il personale (basta visitare il sito www.enel.it), e non essendo in questa condizione perché i dipendenti Enel ultra 50enni prossimi alla pensione, vengono invitati e incentivati a lasciare il servizio , facendoli sentire inutili”? Come si pensa di risolvere il problema di questi “esodati” , che comunque hanno sottoscritto un accordo che era legittimo e previsto dal precedente Governo? Rientrano in azienda? Vengono sovvenzionati? E quindi aggravando ulteriormente le finanze pubbliche per la terza volta?.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog