Cerca

UNIVERSITA': LA SITUAZIONE E' GRAVE, MA NON SERIA

Gentile Direttore, in Italia i percorsi scolastici hanno una durata spropositata, e, con lodevoli eccezioni, spesso vi si impara poco, se non pochissimo. Nella maggior parte dei casi, peraltro, non offrono la benché minima opportunità di lavoro. Alcuni corsi di laurea sono addirittura fantasiosi, frutto della fantasia di docenti che li hanno pensati pro domo sua. L'autonomia universitaria è pura anarchia e l'Università nel suo complesso, così come è diventata, è una fabbrica di illusioni, un organismo dotato di crescita atipica, afinalistica, progressiva e parassita. Intanto i nostri giovani ne fanno le spese, i talenti non sono valorizzati e gli anni più produttivi della vita risultano troppo spesso sprecati. Lei riesce a spiegarsi come gli Italiani, e i politici in particolare, non si accorgano o fingano di non accorgersi di questa situazione, che è grave, ma non seria, ovvero semplicemente disastrosa? Con i più cordiali saluti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog