Cerca

fisco imbroglione?

Caro Direttore, “Il sole ingannatore” è un bel film di Tarkovskij, lo “Stato truffatore” potrebbe essere invece il titolo di questa brutta storia di tasse che desidero raccontarvi. Nel marzo del 2011, chiudo un contenzioso con un imprenditore locale attraverso il servizio di mediazione della Camera di commercio di Modena. Nell’occasione, il mediatore riusciva ad addolcire il mio disappunto per il costo della procedura (138,80 euro a fronte di un importo di lite di 700 euro) informandomi che nel 2012 avrei potuto detrarre la spesa dalle tasse. Da bravo contribuente archivio la fattura e aspetto. Agli inizi di aprile di quest’anno metto mano alla compilazione del 730 che mi tocca ogni anno come insegnante con contratto a tempo indeterminato. Dopo una veloce ma attenta consultazione delle pagine di istruzioni allegate, compilo il modello ministeriale e, per puro scrupolo, contatto l’Agenzia delle entrate di Modena: dati i tempi che corrono non vorrei avere brutte sorprese per un rigo saltato o un importo mal dichiarato. Ed ecco, puntuale, la sorpresa. “Non può portare l’importo della mediazione nel riquadro G8 , perché non c’è ancora il decreto del Ministero di Grazia e giustizia che dice se è autorizzato a farlo ed, eventualmente, per quale importo” dichiara solennemente l’agente locale delle entrate. Avevo letto qualcosa al riguardo nelle istruzioni, ma pensavo di avere male interpretato una disposizione un po’ oscura. Di fronte alle mie piccate rimostranze di contribuente scrupoloso gabbato dallo Stato tiranno e ingannatore, che cambia le regole in corsa e poi neppure le rispetta (fino a questo momento non c’è traccia in G.U. e nel sito del Ministero di Grazia e Giustizia del provvedimento in questione), il funzionario mi ha prospettato, nell’ordine, tre soluzioni. Primo, non dichiarare nulla; secondo, consultare il sito del Ministero per scoprire il mio nome tra i possibili beneficiari; terzo, fare due 730, uno integrativo. Ovviamente, nel sito del ministero c’è di tutto meno che il testo dell’emanando decreto. Non so ancora quale degli altri due consigli seguirò. Facendo violenza alla mia educazione, posso solo dire con certezza: “Ma vaffa…”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog