Cerca

risposta ad Adriano Pigozzi

Ho sporcato i miei occhi, leggendo sul vostro quotidiano di martedì 24.4.2012 un trafiletto stilato dal sig.(?!!!) Adriano Pigozzi, riguardante gli strali inviati agli animalisti. Io sono credente ma mi rifiuto di pensare che individui del genere siano stati creati a somiglianza di Dio! Quel “signore” pretende di ergersi a paladino di persone “sbranate” da animali che, sicuramente, maltrattati o abbandonati a se stessi da individui come Pigozzi, si sono imbufaliti. Dio ci preservi da gente simile! Molto meglio la compagnia di creaturine che danno tanto amore e compagnia chiedendo, in cambio, solo un po’ di affetto. Esistono innumerevoli testimonianze di eroismo verso i propri “padroni” (cambierei questo brutto termine in “compagni di vita”) e di totale dedizione (vedi cani per ciechi, ecc.); ma anche profonda tristezza in seguito alla dipartita del proprio amico di una vita. Chi, comunque, avversa gli animali, non ha neppure considerazione e rispetto per i propri simili. Sono stata, mio malgrado, testimone di veri e propri atti delinquenziali verso cani ma anche verso altre bestiole (un muratore, per divertimento, ha trapassato con un chiodo l’addome di una lucertola!!!). La cattiveria umana e il sadismo, non hanno limiti!!! Gli animali, raramente, e solo per necessità o per difesa, arrivano a ferire o a compiere gesti estremi. Siamo veramente in tanti, ormai, a pensare che le punizioni per maltrattamenti verso gli animali siano troppo leggere e che sarebbe opportuno far provare le sofferenze dovute ad atti infami perpetrate ai danni di queste bestiole a coloro che le esercitano. Sono convinta che ciò servirebbe a fare un repulisti nei piccolissimi cervelli di quegli inutili individui, insegnando loro, in tal modo, il rispetto, non solo per gli animali, ma anche per chi si occupa di essi con tanto amore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog