Cerca

ORA BASTA A TUTTO C'E'UNLIMITE

Non gli basta tassarci spietatamente senza pudore ora ci prende pure per il culo ma non a questo gioco non ci stiamo e rimandiamo tutto al mettente. Invece di mandargli il modulo con le spese da tagliare gli mandiamo gli auguri di fine corsa ; anzi lo invitiamo alla prima grande manifestazione di piazza che faremo in suo onore per mandarlo la', si proprio la', da dove e' venuto. Non bastava il governo Monti composto da tecnici ; dopo aver fallito ha chiamato altri tecnici; e temendo che neppure questi riescano nell'impresa prende in giro gli italiani invitandoli a spedrigli il modulo con i consigli e le spese da evitare. Benissimo mettiamoci tutti d' accordo firmiamo noi per i nostri figli minori e mandiamogli sessantamilioni di lettere, meno una quella di Casini , con l'indicazione dell'unica spesa da tagliare quella per mantenere lui e tutti i suoi tecnici compresi i nuovi assunti. dopodiche' torniamo a votare e speriamo non vinca Bersani perche' dopo che avra'messo anche la patrimoniale dovremo mandare a casa pure lui e ritornare a votare. Non abbiamo paura del voto peggio di cosi' non possiamo capitare neppure se per ipotesi assurda e senz'altro irrealizzabile vincesse Grillo, perche tanto con quest'ultimo non si alleerebbe nessuno e non potrebbe mai governare. A tutto c'e' un limite ci vorrebbe un po di pudore ma questo premier non conosce umilta' . Ora dopo aver toccato con mano che la promessa fatta non la puo' mantenere per intervenuta incapacita' professionale dice che la colpa e' di quello che ha governato gli ultimi quindici anni . In questi quindici anni Lui dov'era ? Gli italiani tutti invece sanno benissimo che in questi ultimi quindici anni sono stati benissimo e le cose sono cambiate solo negli ultimi due anni di non governo non per colpa della politica ma per colpa dei magistrati di sinistra. Questo governo In soli sei mesi ha fatto di tutto : Tasse e soprattasse , manovre e contromanovre, tecnici e supertecnici delazione ed inviti a trovare le soluzioni promesse e illusioni minacce e tormenti, terrore e intimidazioni.In settanta anni di Repubblica nessuno e' stato capace di fare tanto solo lui e' riuscito ad impoverire un ceto sociale che era il piu' produttivo del paese e che in soli sei mesi ha praticamente distrutto portandolo al collasso economico e al suicidio . Mi chiedo cosa aspetta la politica che gli da quotidianamente ossigeno a staccargli la spina. Se non lo fa la politica organizziamoci e facciamolo noi commercianti artigianio e lavoratori autonomi perche' e' ore di dire basta ,non siete buoni a nulla, tutti a casa . Si badi bene le tasse le vogliamo pagare ma quelle giuste ; non vogliamo la guerra ma la pace sociale ; Non siamo sovversivi ma chiediamo il rispetto ,la dignita e l'osservanza del diritto; non vogliamo essere vessati ma tassati per quello che produciamo e non per essere puniti ma soprattutto chiediamo di essere rispettati e non presi in giro.Se il premier ritiene che chi non paga l'imu sulla prima casa e' un evasore ; ebbena la tolga cosi' non ci saranno piu' evasori dell'imu. Se anche altre istituzioni invitano a non pagare l'imu sulla prima casa significa che qualcosa non va. Se gli servono soldi li chieda alle banche a quelle stesse che invece rifiutano finanziamenti alle imprese . Soloora si e' accorto che i decreti salva italia , cresci italia sono stati una sola ; ha detto che le liberalizzazioni non sono state completate e le riforme non porteranno risultati a breve termine , ma allora crede proprio di avere a che fare con il popolo bue . Solo lui , Casini e Napolitano hanno creduto alle fandonie ed Ora ne prendano atto .Ecco i nuovi tecnici partano da questo consiglio e suggeriscano al premie di tagliare tutti gli stipendi superiori a 20.000 euro mensili a chiunque pubblica amministrazione e privati chieda un po di soldi alle grandi imprese utilizzi la cassa integrazione non per dare l'elemosina ai disoccupati ma per incentivare le imprese che assumono dipendenti senza pagare i contributi. Provi a tassare i grandi patrimobi , dismetta gli immobili tagli le province e le comunita' montane che tali non sono ,istituisca il divieto di realizzare nuovi grandi centri commerciali anzi ne chiuda pure qualcuno specialmente in prossimita' delle citta' e se alla fine servono altre migliaia di miliardi senza alcuna presunzione mi offro di dargli qualche suggerimento. Gli italiani non ne possono piu' prepariamoci a grandi manifestazioni pacifiche che da piu' parti vengono auspicate per mandarlo a casa e restituiamo il potere alla politica magari a quella piu' giovane e pulita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog