Cerca

Paghiamoli in BOT

Riguardo al finanziamento pubblico dei partiti, se proprio bisogna finanziarli, lo Stato li paghi in BOT almeno triennali. In alternativa, lo Stato acquisti da tutte le società produttive italiane di tutti i settori, quotate in Borsa, un certo numero di azioni e con esse paghi i partiti, che dovranno rivendere tali azioni alla scadenza della legislatura. Si spera che così essi abbiano un maggiore interesse a non fare andare a scatafascio l’economia e il mondo produttivo del lavoro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog