Cerca

ANCHE RENZO BOSSI PRIGIONIERO DEGLI STEREOTIPI

Quello di Renzo Bossi, "il Trota", è, purtroppo, un modello di pensiero ovvero uno stereotipo assai comune. L'apparire conta molto più dell'essere. Il poter scrivere il titolo "dr." su una targhetta o un biglietto da visita conta assai più dell'avere effettivamente una qualche conoscenza specifica. In Italia non siamo ancora arrivati al livello dell'Albania, dove le lauree si possono acquistare come al supermercato, ma non c'è comunque da stare allegri: lo sforzo per arrivarci è veramente considerevole. La selezione è fatta in base a criteri alquanto discutibili e disomogenei o, peggio, non viene fatta per niente. Il risultato è una pletora di laureati solo una parte dei quali ha un'adeguata preparazione. Questo è il risultato dell'anteporre la forma alla sostanza. Si è continuato a insistere sul fatto che l'Italia aveva pochi laureati e si è fatto in modo che potessero essere molti di più semplicemente abbassando il livello delle conoscenze necessarie a conseguire il titolo. Venivano premiate le Università in grado di stampare il maggior numero di diplomi senza chiedere troppo impegno da parte degli studenti. Il risultato è che oggi chi è privo di laurea inevitabilmente si sente un minorato mentale nel mare magnum di asini provvisti invece di un pezzo di carta che spesso attesta un sapere che non c'è.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog