Cerca

a quelli come Casini

Napolitano ha dimenticato il suo ruolo di super partes ed ha resuscitato il suo spirito malcelato di vecchio comunista. Un Presidente della Repubblica avrebbe dovuto prendere atto che in Italia un nuovo partito senza mezzi e senza potere è riuscito nella sua umiltà a catalizzare i voti di centinaia di migliaia di giovani e di nauseati di ogni ceto sociale che da tempo non votavano più o aspettavano una voce che li rappresentasse contro lo schifo degli sprechi e delle ruberie che sono il programma di Grillo. Napolitano E' a capo della vera antipolitica (inutile ricordare che la politica è l'arte di amministrare bene un Paese) mentre non lo non un Grillo che coerente con se stesso da decenni condanna sulla sua pelle lo schifo della plutocrazia che governa questo martoriato paese. Inutile oramai ogni corsa ai ripari ed ogni rimescolamento di carte e di simboli. Accada ciò che deve accadere, gli italiani manderanno a casa e se è il caso in galera coloro che ne hanno fatto scempio. Grillo è l'unica speranza contro la guerra civile alle porte perché con lui possiamo entrare in parlamento e legiferare il giusto. Ho sempre votato Berlusconi ma come ero deluso da una sinistra che si impegnava solo a cercare di identificare se stessa senza far nulla per chi la manteneva nel lusso sono rimasto deluso dai vizi del miliardario che non ha saputo o potuto mantenere una sola delle sue promesse. Deluso dai giornali faziosi, deluso dalla mancanza di meritocrazia, deluso da sindacati con bilanci opachi che non pagano le tasse, deluso dall'intera classe politica che nel migliore dei casi è divenuta mediatrice tra gli affari di pochi ed i propri interessi personali dimenticando il cittadino. L’Italia merita ben altro e vengano pure a rappresentarci in parlamento ed a Strasburgo i giovani grillini senza cravatta con la giacca dismessa ma con un cervello funzionante. Prego solo che come Bossi non vengano fagocitati dal marciume o non vengano ammazzati dalle mafie come Falcone e Borsellino. Devono stare attenti perche’ in questo paese non c’è democrazia e troppe stragi di Stato ce lo ricordano. Se Casini ama veramente questo Paese dimentichi questa politica. E' vecchia, obsoleta e impregnata di corruzione. Casini che ha i mezzi economici per poterlo fare insegni agli altri politicanti che i partiti devono cambiare dal profondo , provi a dimostrare che un partito deve essere amministrato come un'azienda e non con i soldi dei cittadini. L'idea che in questo modo solo i ricchi avranno la possibilità di accedere alla politica è profondamente sbagliata poichè con la mentalità mafiosa italiana i "poveri" mettendosi in politica hanno trovato il mezzo per diventare ricchi. Trasformi l'UDC in un partito privato che si autofinanzia, prenda a prestito i soldi dalle banche e dai soci e dimostri di essere in grado, prima di tutto di andare avanti con i propri mezzi. Solo dopo casomai potrà proporsi alla guida del Paese. Non capisce che l'ABC, il Fli e le continue nuove mille liste sono invise agli italiani lontani mille miglia dai vostri desideri di poltrona? Non vede che ogni sua iniziativa è fallita sul nascere? Come puo' pretendere di ottenere i voti per governare aldilà di quelli della Chiesa Conservatrice? Si ritiri per un anno, si tolga la cravatta e la giacchetta sempre nuova di zecca, provi a vivere per un anno con duemila euro al mese, dimostri di farcela e forse acquisiràla mentalità degli italiani che crede di rappresentare e che invece vi vogliono a casa. Provi magari a farsi eleggere come sindaco e ci dimostri le sue capacità. Poi, depurato e rinnovato, si ripresenti anche da solo con nuove idee. Noi non serbiamo rancore con chi si pente. Casini è abbastanza giovane ed ha tempo , se ama l'Italia, di dimostrare che i frà Cristoforo esistono anche negli anni duemila. Buon lavoro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog