Cerca

Speed date con Hollande: attenzione

Francia 2012. Il re é morto, viva Hollande. Come sempre la maggior parte dei politici nostrani ha colto l'occasione al volo: un triplo salto carpiato sul carro del vincitore. Da destra- ricordo a tal proposito, Tremonti che rivendica la paternità delle "idee economiche" di Hollande- come da sinistra. Ma sappiamo tutti quanti, quanto bravo sia Bersani a cogliere la vittoria di un altro. Obama, in primis. Francois ora. Comunque...ciò che in tal contesto mi interessa fare è contribuire a sfatare il mito Hollande. Quel Francois che i giornali hanno eletto nuovo messia (successe anche con Obama, ndr) piuttosto che come il liberatore, il salvatore(dalla Germania, dalla Merkel, dal fiscal compact). Hollande "il normale" -che poi uno che cerca escamotage vari per non pagare gli alimenti all'ex tanto normale non è- è un socialista! Con tutto ciò che ne consegue. E, se vogliamo, possiamo, per rinfrescarci la memoria, ripensare alla stagione "craxiana": massiccio intervento statale, crescita gonfiata, spesa pubblica mostruosa. Effetto nel lungo periodo: debito pubblico abnorme! Per il quale, ancora oggi e soprattutto oggi, paghiamo le conseguenze. Non siamo costretti ad attribuire una funzione salvifica all'operato, in divenire, di Francois Hollande. Il buon Francois parla il "socialista"; parla quella lingua definita "di legno", ben analizzata oggi sul corriere da Piero Ostellino. Le spinte di crescita non devono venire da un massiccio intervento statale quanto da una razionalizzazione dell'intervento stesso accompagnato da un'economia di mercato responsabile: più società, meno stato. Non sarà certo il dirigismo economico a salvare l'Europa! La soluzione in esempio può avere effetti benefici nel breve periodo. Nel lungo, distrugge. Tassazione abnorme dei ricchi, ostilità verso il mercato: due punti cruciali del programma economico di Francois "il normale". Un mistero resta- e più che un mistero pare essere un ossimoro- come possa parlare di crescita. Sarkozy non era il migliore, Francois non può essere definito il salvatore.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog