Cerca

Quando l'uomo vale meno delle tasse.

C'è qualcosa di strano in questa "civile" società. Si sente nell'aria. D'improvviso abbiamo scoperto che molta gente onesta non rinuncia alla propria dignità e a quella del proprio lavoro fino ad arrivare al gesto estremo. Accusandoli d'essere esauriti, stanchi, non particolarmente ragionevoli, non si tiene conto delle CAUSE del loro esaurimento, della loro stanchezza, della loro non ragionevolezza e della loro "sorpresa" nel vedere che il lavoro e l'impegno di tutta una vita vengono annullati da un pezzo di carta che in nome di una "legge" decreta : o i soldi o la vita! La chiamano giustizia perché è una legge decisa da chi - nella posizione di decidere - pensa di sapere meglio degli altri come si guida uno schiacciasassi e come certe cose vanno amministrate mentre è solo incompetenza, mancanza di esperienza di vita lavorativa "normale" e fretta di risolvere problemi umani e complessi per poi farsi dire: bravi! Pensate che così possa continuare? Io credo di no!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog