Cerca

DOBBIAMO IMITARE I TURCHI, NON FARCI INVADERE DA LORO

Dobbiamo imitare i Turchi, non farci invadere da loro. Mario Monti caldeggia fortemente l'ingresso della Turchia in Europa, sostenendo che tale Paese è in forte espansione economica e ha un pil che nell’ultimo anno è cresciuto del 12%. Ciò che non dice è però che tale espansione in Turchia è strettamente connessa al suo formidabile incremento demografico e al fatto che il mercato del lavoro è assai dinamico, al contrario di ciò che accade in Italia, dove noi autoctoni, che siamo in via di estinzione per la denatalità da incubo che ci caratterizza, rifiutiamo moltissimi tipi di impiego, ritenendoli non soddisfacenti. La ricetta per rimettere in moto l'economia italiana non è quella di farci invadere dai Turchi, ma piuttosto quella di ricreare nel nostro disastrato Paese le condizioni per una ripresa della natalità e per un cambio di mentalità relativamente al mercato del lavoro. In altre parole dobbiamo cercare di assomigliare un po' alla Turchia o, per meglio dire, all'Italia degli anni Sessanta, cioè gli anni del boom economico, inscindibilmente connesso con quello demografico. Il Governo Monti però non fa niente, anzi direi che fa meno di niente, per andare in questa direzione. E', come quelli che l’hanno preceduto, un Governo caratterizzato da una spaventosa miopia. Con i più cordiali saluti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog