Cerca

imu diversificate

Caro Direttore, leggo che in un paesino del cosentino, Acquaformosa per la precisione, non si pagherà l'Imu. Come del resto accadrà a Peschiera del Garda . Bravo il sindaco di Acquaformosa che è un povero paesino non turistico, più facile ma non meno degno di nota quello di Peschiera che ha certamente altre entrate consistenti date dal turismo ( leggasi parcheggi, tasse di soggiorno e quant'altro ). D'accordo, questa odiosa tassa, o patrimoniale sui poveri che dir si voglia, va pagata come tutti i balzelli che ci assillano oramai quotidianamente ma almeno i sindaci dei paesi turistici, anche del lago di Garda, avrebbero dovuto pensare ad applicare le tariffe minime come era loro discrezione. Tariffe che potevano tranquillamente essere dello 0,2 per mille sulle prime case e dello 0,46 per mille sulle seconde anzichè quelle indicate da Roma. E' quindi inutile e " coccodrillesco " che i nostri sindaci si lamentino che la maggior parte dei soldi va a finire a Roma se loro stessi hanno aderito alla lettera ai diktat dei tecnici. E' inoltre ancora più inutile che incassino denari che poi, per il patto di stabilità,non possono spendere salvo bacchettate dalla capitale. Meglio quindi essere un paese meno " virtuoso ", titolo certamente onorifico come quello di cavaliere o commendatore ma che serve a ben poco se non per attaccarsi sul petto una medaglia fasulla o mettere sulla porta o sul biglietto da visita un finto blasone, ed avere tasse decisamente più leggere possibili. Umberto Brusco Bardolino .

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog