Cerca

libero

Buongiorno Mi chiamo Raffaella Leggo il vostro quotidiano da quando sono stata informata della pubblicazione di un articolo, “Cronaca di un sobrio colpo di Stato” firmato dal Prof Becchi. Il suo pensiero mi ha lasciata felicemente stupita. E questa sensazione si è presto estesa al giornale per intero. Qualcuno che accogliesse le idee più vicine ad una non trascurabile fetta di popolazione. Non ci ignorasse. Comprendesse quanto le riflessione di questo signore, fossero in linea con tanta parte della gente comune. Gente che non ha voce. Non ha spazio. Non ha vie d’uscita. Non trova un interprete. Gente che non si riconosce più nel Corriere, nella Repubblica o altri. Insomma...non è facile. Vi ringrazio. Io…. e molte persone come me (di cui mi faccio portavoce). Ci piacerebbe rileggere il prof. Becchi e che idea si sia fatto di ciò che ci accade intorno. Mi auguro manteniate questo contatto vivo con la realtà. Siate quel “libero” che si distingue dai quotidiani veramente troppo vicini al regime , troppo lontani dalle persone. Figuriamoci ad un concetto vago come “libertà”. Buon lavoro!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog