Cerca

Sempre fumo! Intervista al V.Ministro Ciaccia ( Mattino 5)

Ancora fumo negli occhi!! 1.i project bond erano gia stati inventati fine '800 inizio '900 per finanziare alcune grandi opere infrastrutturali come ad esempio le ferrovie. Il risultato è stato deleterio e gli investitori si sono poi ritrovati con in mano carta straccia. Se vuole le fornisco un bond Russia/Ferrovie francesi emesso nel 1906 e con attaccate ancora gran parte delle sue cedole mai pagate a seguito di scandali e altro. A che pro investire su un opera effettuata da una o da un pool di aziende con sottostante garanzia dello Stato?? Per guadagnare l' 1% in più e per pagare poi il 27% anzichè il 20% sugli interessi maturati? Tra l'altro prendendo in carico il rischio Stato, il rischio tempo (20-30 anni) e il rischio che le aziende coinvolte non portino a termine l'opera perchè coinvolte in indagini per tangenti (vedasi Finmeccanica) o altro (vedasi TAV). Oppure Ciaccia pensa che lo Stato coprirebbe anche tali eventualità? 2.la possibilità che gli imprenditori scontino c/o le banche i crediti vantati nei confronti dello Stato è una altra vaccata e che era già da anni possibile effettuare nella stessa banca presieduta da Ciaccia. Le spiego perchè: i crediti vantati dovranno essere prima certificati dallo Stato (tempistiche infinite, rischio di false certificazioni, altro...); portati in banca i crediti le banche sconteranno solo a clienti già sperimentati e sicuri ed a tassi vicini al 7-8% o ben superiori; le banche non sconteranno tutto il credito ma soltanto il 60-70 o 80% dello stesso e per un periodo ben determinato abitualmente dai 6 ai 18 mesi; i crediti verranno scontati solo pro-solvendo e non pro-soluto lasciando sempre in capo all'imprenditore il rischio del non pagamento; decorso il termine del finanziamento la banca difficilmente rinnoverà l'impegno ed in quest'ultima ipotesi l'imprenditore dovrà rimborsare l'intera somma avuta e sulla quale ha pagato fior fiore d'interssi. Il sistema quindi si presta esclusivamente a far respirare ancora lo Stato e a far guadagnare le banche con il rischio di mandare a picco un sacco di gente. Perchè non obbligare le Banche a finanziare pro-soluto e cioè con rischio di mancato pagamento da parte dello Stato in capo a loro medesime? Semplice: perchè le banche non vogliono assumersi tale rischio e il che è tutto dire!!!!!! Cordialmente, buon lavoro. Mauro

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog