Cerca

Le colpe solo dei politici?

Chiedo scusa al Direttore, ma vorrei rivolgermi al dott. Giampaolo PANSA Oggi ho iniziato a leggere "Carta straccia" ed evito banalità del tipo "da quanti anni (da l’Espresso) La leggo con piacere". Arrivato alla pagina 16, leggo che Lei, tanti anni fa, doveva scrivere un saggio sui magistrati che poi è stato invece rivolto ai giornalisti. Le due specifiche categorie mi stimolano a disturbarLa per esporre alcune riflessioni. Ebbene. Pur con sincero affetto e simpatia, non stimo particolarmente la gens italica come una "razza" di perfetti cittadini (di cui io per primo rappresento il "tipo imperfetto") e credo che per noi Italiani sia doverosa una guida severa (non parlo di dittature, sia chiaro), quanto meno un rigido controllo sui comportamenti. Tanto più valuto indispensabile questa necessità nei confronti della nostra Classe dirigente e soprattutto della nostra Classe politica, Classi non certo così diverse da noi Cittadini "imperfetti". Vado al punto. Gli unici soggetti che avrebbero dovuto e potuto esercitare un ruolo di vero controllo sulla Classe politica di questo Paese, nonché sui comparaggi di detta Classe, sono proprio la magistratura ed i mass media. Invece, entrambi svolgono da anni un ruolo talvolta ambiguo, talvolta distratto, talvolta supino. Mi sembra pure che le due suddette categorie siano state negli anni fortemente inquinate proprio dall’influenza della politica (concorsi, promozioni, assegnazioni di sede, candidature politiche, nomine nelle redazioni importanti o nelle direzioni RAI, ecc.). Anche per questo, non è della magistratura e dei mass media una maggiore colpa (ribadisco: maggiore) rispetto a quella di quei cosiddetti "politici" ormai vituperata dalla stragrande parte dei Cittadini?. Grazie dell’attenzione, torno al lavoro e … al libro. CASTROCIELO, 29 maggio 2012 Ing. Vincenzo DELLI COLLI

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog