Cerca

DIVERSO PUNTO DI VISTA

Caro direttore Bel Pietro, scrivo a lei conscio che leggeranno anche molti del PDL e altrettanti, se non di più, del PD., su questo suo nutrito spazio “di servizio ai lettori”. Mi riferisco alle tante note statistiche presentate in tutte le trasmissioni e da cui emerge che il PDL ha perso un sacco di elettori. E’ vero, i numeri sono questi. Ma io le cose le vedo diversamente. Se consideriamo che da diversi anni il PD è stabile nei numeri in percentuale, salvo piccole variazioni, diversamente dagli elettori del PDL non le sembra corretto pensare che gli elettori del PD, comunque si comportino i loro rappresentanti, a prescindere che siano al governo, all’opposizione, al governo tecnico… loro non cambiano idea, per loro va sempre tutto bene e sono “fedeli”, vorrei dire “impenetrabili”, statici, ebri del loro essere di sinistra. Loro resteranno sempre su quei numeri, non hanno idee nuove, non hanno un leader … sanno solo ribattere contro senza dare valide soluzioni… Il popolo del PDL, al contrario, riesce a dimostrare con i numeri, il loro assenso o dissenso, usano, buon per loro, la testa e sanno scegliere quando e chi seguire. Ritengo che gli attuali astenuti, la maggior parte quelli di destra, se troveranno un minimo di coraggio ed un buon motivo ritorneranno al voto e non cederanno di certo lo scettro alla sinistra che, e noto a tutti, sa solo fare danni o non fare! Lei cosa ne dice?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog