Cerca

Una proposta per il terremoto

Buongiorno Direttore, sono il direttore di un mensile di aviazione e ti scrivo per chiederti di dare il massimo risalto possibile a una proposta per la raccolta fondi pro terremoto lanciata questa mattina da un abitante delle zone colpite: quando ha saputo che aumenta la benzina di 2 cents per finanziare la Protezione Civile e i primi interventi si è veramente arrabbiato, perchè come sempre si spalma su tutti un costo per il quale un qualsiasi governo dovrebbe avere fondi accantonati, e ne risentono maggiormente le persone meno abbienti, quelle che per mettere 20 euro alla Panda per andare al lavoro devono rinunciare a qualcosa. Insomma: pagano sempre e solo i soliti. Questa la sua proposta: membri del governo, parlamentari, generali, consiglieri provinciali e regionali, manager di stato, dirigenti di stato, alti funzionari, insomma tutti coloro che guadagnano più di 5000 euro netti al mese, o percepiscono pensioni di più di 5000 euro al mese, per tre mesi mettano a disposizione tutta l'eccedenza a partire dai 5000 euro per questa calamità. Non essendo dipendenti privati sono pagati da tutti noi, spesso con centinaia di migliaia di euro l’anno. Adesso per tre mesi "tirino la cinghia", di fame non si muore con 5000 euro puliti al mese. Diano, insomma, il buon esempio, un esempio di VERA EQUITA'. E, in denaro sonante, ci sarebbero immediatamente tante di quelle CENTINAIA DI MILIONI DI EURO disponibili cash che si potrebbe ricostruire tutto subito senza aumentare il prezzo di nulla. In sintesi: per soli tre mesi lo Stato fissi un tetto massimo di 5000 euro devolvendo tutta l’eccedenza alla gestione dell’emergenza e della ricostruzione. E' una proposta grandiosa anche se immagino che i signori in questione magari diranno che sì, è una buona idea, ma non ci sono gli strumenti legislativi immediati per attuarla, che le amministrazioni andrebbero in tilt con i conteggi e la redistribuzione ecc. ecc.; e mi aspetto che qualche parlamentare (come già tuccesso) dica "ma che, ci volete ridurre in povertà?". Ti prego, se condivisa, di diffonderla e ti ringrazio per l’attenzione Rodolfo Biancorosso rbiancorosso@volosportivo.com

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog