Cerca

L'evidenza dei fatti e l'ipocrisia delle presunzioni

Egregio Direttore, chiediamo cortesemente la pubblicazione della seguente lettera. RingraziandoLa porgiamo cordiali saluti. Giorgio Marusi – Giovanni Viviani Dr. Giorgio Marusi Via Panoramica 33/A 25123 Brescia Tel.: 030/2400303 Dr. Giovanni Viviani Via Corfù 8 25124 Brescia Tel.:030/8373197 Brescia L'evidenza dei fatti e l'ipocrisia delle presunzioni Qualche giorno fa, Adriano Sofri dalle colonne di Repubblica si indignava perché sempre più medici scelgono l’obiezione di coscienza rifiutandosi così di praticare aborti. Questa presa di posizione ci fa tornare alla mente l’ipocrisia dei sapienti dei tempi di Gesù che invece di stupirsi e rallegrarsi dei miracoli che Gesù compiva sotto i loro occhi si indignavano perché li faceva di sabato. Invece di costatare l’evidenza dei fatti si arroccavano sulle loro presunzioni. Forse Sofri non ha pensato che i medici sono i primi a rendersi conto che nell’utero materno c’è una vita, c’è un essere vivente a tutti gli effetti. Forse Sofri non ha compreso che i medici sono sempre più consapevoli che l’aborto è sopprimere una essere umano vivente. Perché Sofri prima di prendere posizione non guarda un’ecografia di un bimbo nel grembo materno che… ride, si succhia il pollice, si gratta la pancia ma che poi a contatto con l’aspiratore abortivo si agita moltissimo (le pulsazioni raggiungono i 200 battiti al minuti), cerca rifugio nella parte superiore dell’utero e poi pezzo a pezzo viene dilaniato dall’aspiratore? Non è difficile basta che vada su youtube e digiti “l’urlo silenzioso” dove assisterà anche alla testimonianza del Dr. Bernard N. Nathanson, prima convinto medico abortista poi, con l’introduzione delle nuove tecnologie ecografiche, assoluto difensore della vita. Perché Sofri non si confronta con Gianna Jessen una ragazza che, contro ogni aspettativa e per una serie di fortunate coincidenze, è sopravvissuta ad una aborto salino e che oggi gira il mondo per portare la sua testimonianza? Non è difficile basta collegarsi con youtube e digitare Gianna Jessen! Noi oggi abbiamo tutti i mezzi per essere assolutamente certi e consapevoli che l’aborto è un omicidio. Per questo rivolgendomi direttamente ad Adriano Sofri mi appello alla scienza e gli chiedo di lasciare i preconcetti, le posizioni partitiche e di assumere una posizione intellettuale onesta e scientificamente corretta. Ma, come si sa, anche nelle nostra epoca supertecnologica non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Dr. Giorgio Marusi Dr. Giovanni Viviani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog