Cerca

Autonomi tartassati

Egr, Direttore, sono emiliana, ma purtoppo vivo in un paesotto del sud della Puglia. A proposito bella roba quel Vendola, se lo conosci lo eviti,sopratutto al momento del voto!!!!!!!! Il mio sfogo riguarda invece le solite tiritere sui lavoratori autonomi, evasori fiscali e causa di chissà quanti mali in questa ....Italia. Vorrei tanto che pubblicasse qualche inchiesta rigurdo a come vivono e sopratutto quante e quali sono le difficoltà in cui si trovano ad operare. Qui si parla di persone che vivono in paesi medio-piccoli, in cui la concorrenza è spietata, la burocrazia allucinante, il clientelismo radicato nel dna, le occasioni di lavoro molto scarse e potrei continuare ancora per molte righe. Inoltre vorrei ricordare ai signori dipendenti (anche senza aver visto a striscia come di affatichino, lo constatiamo ogni giorno nei comuni,nella regione ecc...) che questi "malefici evasori", se non lavorano non mangiano, non hanno le ferie pagate, non hanno la tredicesima, non hanno la cassa integrazione, non hanno giorni per malasttia, ma ogni mattina debbono alzarsi reinventando il proprio lavoro ed ogni sera ringraziano il cielo che per quel giono siano riusciti a tirare avanti!). Non voglio neppure aprire l'argomento che riguarda il problema del pagamento del proprio lavoro e qualora si sia costretti a rivolgersi alla magistratura per riscuotere il dovuto, è come andarsi a gettare in un girone infernale, date le vergognose leggi italiane e l'altrettanto vergognoso comportamento dei sigg.ri ben pagati giudici italiani. Credo che farebbe scoprire ai cittadini di questa povera Italia delle verità inimmaginabili!! La ringrazio, sperando molto in una sua risposta. Le parlo per esperienza di 40 anni di lavoro, ancora necessario per vivere. Giovanna

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog