Cerca

2 GIUGNO : CELEBRAZIONE SOBRIA ?

Le parole (minuto di silenzio) vanno ai terremotati, i "fatti"...agli invitati del Quirinale. Da oggi si chiamano..."celebrazioni sobrie". Con gli "escamotages" si può giustificare tutto? Per il lutto nazionale niente di più "coicidente" che il 2 giugno, per meditarlo e non sedersi a tavola (altro che basso profilo?)..dove la parola "crisi" sembra una parola estranea. Saluti. Angelo Mandara

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog