Cerca

REFERENDUM DA IGNORARE?

Egregio Direttore, sono sicuro che quello della abolizione della diaria ai deputati e senatori attraverso un referendum popolare sarà un argomento di grande attualità nei prossimi giorni perchè parlare dell’unico referendum inviso alla cittadella parlamentare significherà davvero SCHIERARSI dalla parte della gente che onestamente paga le tasse e lavora ogni giorno, oppure dalla parte di chi pensa di essere “eletto” non solo perché nominato (ma non scelto dal popolo) ma perché effettivamente “superiore” anche se ritiene di manifestare questa superiorità in modo SOBRIO. La CASTA, che brinda al 2 giugno come il suo giornale immortala in modo esemplare,ha un piccolo problema che si chiama UNIONE POPOLARE ovvero una microscopica organizzazione che è riuscita con la sola iniziativa di persone normali ,dedite al proprio lavoro o alla propria iniziativa imprenditoriale a farsi approvare la richiesta di raccolta di firme per indire il referendum più dirompente della storia repubblicana. Non si tratta di abolire un testo per farne approvare uno diverso e nuovo,magari su di una materia di poca attrazione mediatica: qui si tratta di mettere le mani nel portafoglio dei parlamentari in un modo democratico ed onesto, perché si ritiene ampiamente sufficiente l’importo previsto come indennità parlamentare per poter svolgere a ROMA una vita in modo molto decoroso, e quindi assolutamente superflua l’erogazione della diaria. La diaria prevista a titolo di rimborso spese di soggiorno è pari a 3.503 euro al mese che rappresentano il triplo di uno stipendio medio di un impiegato di concetto con diversi anni di anzianità….che vive a Roma esattamente come i parlamentari. Non le sembra Direttore che il Suo quotidiano, proprio perché LIBERO, potrebbe interessarsi di questo avvenimento che sta a cuore alla maggioranza dei suoi lettori,diffondendo la notizia che si può andare a firmare in ogni comune d’Italia ed ai banchetti sul territorio? Grazie per la Sua attenzione e per la pubblicazione. MASSIMO CORSINI

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog