Cerca

Universita' Il Governo Scopre le sue carte per riscrivere la Riforma Gelmini

Il Governo come avevo previsto dal suo insediamento o meglio dall'insediamento del Ministro dell'Ostruzione Profumo mette le mani sulla Riforma Gelmini e il PDL salta sulla sedia con Quagliariello e Gasparri che dicono: "Universita': Gasparri-Quagliariello, governo non tocchi riforma Gelmini" Ma cari Quagliariello e Gasparri questa cosa era prevedibbile tanto è vero che io espressi questa mia paura già il: 17 novembre 2011: PAOLO PELINI: Voi pensate chi abbiamo come Ministro dell'istruzione, Università e Ricerca Francesco Profumo Presidente del CNR (infatti al CNR il 99% sono di sinistra ma è un dettaglio) e prof. Università di Bologna la stessa Università che promosse il referendum contro la riforma Gelmini per non parlare delle condizioni economiche in cui verte il CNR. Quanto ci scommetete che una delle prime iniziative del Neo Ministro sarà abrogare o fare delle modifiche alla riforma Gelmini in modo tale che sia del tutto inefficace e protegga i baroni della Sinistra a scapito di noi studenti e di chi vuole fare ricerca sulserio. Io per quello che potro mi opporo un tutti i modi possibili non scherzo. Pres. Paolo Pelini MOVIMENTO RICERCA SCIENTIFICA ITALIANA MRSI Ora come vi mettete? Questo Governo vuole rendere le nostre Università accessibili a poi elit altro che merito. Prima il PDL sene rende conto e stacca la spina e meglio sarà per tutti Paolo Pelini

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog