Cerca

Un Altro Passo di Plinio su Modena e il terremoto del 91 a.C.

Gentile Direttore, Le invio un altro passo tratto sempre da Plinio II Cosmologia, che mi pare inequivocabile, e che va a integrare i due precedenti (Storia naturale, II, 96, 209 e II, 111, 240) nella lettera che Le avevo già inoltrato lo scorso 4 giugno e da Lei pubblicata: "Terremoto di Modena, Plinio il Vecchio, il dio Vulcano e la fluidificazione". Plinio il Vecchio, Storia naturale, II, 85, 199 "E' avvenuto una volta - come personalmente riscontro nei testi della dottrina Etrusca - un enorme prodigio di terre [ingens terrarum portentum] nella regione di Modena [in agro Mutinensi] sotto il consolato di Lucio Marcio e Sesto Giulio [91 a.C.]: due montagne, cioè, si scontrarono con grandissimo fragore, balzando avanti e retrocedendo, e tra di loro fiamme e fumo salivano al cielo in pieno giorno; assisteva dalla via Emilia, una gran folla di cavalieri romani, con il loro seguito, e di viaggiatori. Per il cozzo furono schiacciate tutte la case di quelle campagne, e moltissime bestie, che si trovavano nel mezzo, rimasero uccise: si era un anno prima della guerra sociale, che potrei definire più funesta per questa terra d'Italia anche rispetto alle guerre civili." Se mi capita di trovare altro materiale lo invierò. Grazie ancora per l'attenzione. dr. Leone M. Jennarelli Varese

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog