Cerca

L'analisi del sogno (venti metri sotto i mari)

Io e Tony Stark e altri tre amici, dopo un giro in moto piuttosto spericolato e pungolati da un discreto appetito, decidiamo, su consiglio del nostro ospite, di recarci all'ancora blu, ritrovo tipico ubicato chissà dove nell'incerta geografia del sogno. Il locale, davvero peculiare, è posto leggermente al di sotto del livello del mare. Una corta gradinata, intagliata nella roccia, porta ai locali interni dove nei camini, in luogo di fiamme aranciate, danzano spruzzi di acqua salmastra. Ma dopo aver consumato un aperitivo a base di focaccia salata (che si taglia col compasso), patatine fritte (invero ottime) e un mezzo bicchiere di buon vino, il cameriere (servizievole in maniera nauseabonda) fa scivolare sulla superficie screziata del tavolo di lapislazzuli un biglietto bianco su cui risaltano tre orrendi numeri: 850. Risvegliatomi alquanto angosciato vergo per voi alcune riflessioni. Primo: se avete un amico ricco lasciate che sia lui a pagare il conto e, qualora dovessero chiamarvi in giudizio, testimoniate sempre a suo favore. Secondo: non frequentate l'ancora blu; optate piuttosto per quelle locande che, come scogli sparpagliati sull'irosa superficie del mare, punteggiano il nord dell'Inghilterra e dove, per poche sterline, potrete gustare ottime grigliate di carne e squisita birra rossa. Il tutto servito da vere dame inglesi. Terzo, e concludo: 850 euro è, guarda caso, l'affitto mensile richiesto dal mio padrone di casa. Affitto che non posso più pagare in quanto disoccupato. «Il denaro non è tutto!» afferma l'uomo abbiente e così debbo consolarmi sapendo che a mio vantaggio possiedo una fervida immaginazione e una discreta abilità nel manipolare le parole, ma ho anche l'amara certezza che in anticipo sulle mie scritture verranno pubblicate le memorie di un capitano d'ammiraglia che è riuscito ad affondare la propria nave in 'venti' metri d'acqua salata. Perché? Perché la società del merito è solo un mito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog