Cerca

AL COMUNE DI PALERMO SI CERCA DI SALVARE CHI NON LAVORA E NON LAVORERA’ MAI

EGREGIO DIRETTORE, PREME ATTENZIONARE ALLA STAMPA COME AL COMUNE DI PALERMO ANCORA UNA VOLTA IL SINDACO DI TURNO ORA ORLANDO ( CHE SAPEVA GIA’ IN CAMPAGNA ELETTORALE NON POTERE GESTIRE LA VICENDA ) E ANCORA PRIMA CAMMARATA SI CERCA DI CONVINCERE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO MONTI PER IL TRAMITE DEL SOTTOSEGRETARIO CATRICALA’ E STAVOLTA CON I SINDACATI ( CHE PER USCIRNE PULITI APPOGGIANO IL SINDACO NELL’INTETRESSE OVVIAMENTE DEI LAVORATORI PERCHE SI SA A PALERMO TUTTI HANNO FAMIGLIA E FIGLI , DOPO ANNI DI MAGNA MAGNA ELETTORALI MA SI SA PALERMO E QUESTA) A ELARGIRE ULTERIORI SOLDI PUBBLICI MAGARI FONDI FAS – CIPE- EUROPEI ECC. ECC. PERALTRO GIA’ IN PASSATO USATI, OPPURE QUALCHE ALTRO FINANZIAMENTO QUA’ E LA’ MENTRE LO STESSO PRESIDENTE MONTI TASSA E AFFOGA GLI ITALIANI , PER PAGARE STIPENDI IN BARBA A PATTI E CONDIZIONI E ULTIMATUM DEL GOVERNO CHE ORMAI SI SUSSEGUONO DA ANNI E REGOLARMENTE MAI RISPETTATI PER LA SOCIETA’ GESIP DEL COMUNE DI PALERMO IN FALLIMENTO ORMAI DA TEMPO CHE CONTA 1800 PERSONE IN GRAN PARTE EX DETENUTI E CHE I VARI GOVERNI PER ULTIMO MONTI CON 10000000 DI EURO DELLA PROTEZIONE CIVILE CHE DAVA CONTINUITA’ AD UNA ORDINANZA DI QUALCHE MESE FA’ DI ULTERIORI 55 MILIONI DI EURO SEMPRE FONDI DELLA PROTEZIONE CIVILE NAZIONALE HANNO SEMPRE FORAGGIATO SAPENDO BENE CHE NULLA E’ CAMBIATO E NULLA POTRA’ CAMBIARE RIGUARDO GLI ELEMENTI CHE LO COMPONGONO CHE MAGARI HANNO DUE O TRE LAVORI IN NERO E CHE TUTTI SANNO MA NESSUNO HA IL CORAGGIO DI LICENZIARE ANZI SI FA FINTA DI NON VEDERE TRANNE QUALCHE ARRESTO DI TANTO IN TANTO DI QUALCHE LAVORATORE GESIP CHE MAGARI PULIVA LA BARCA DEL VECCHI SINDACO USCENTE . EGR DIRETTORE PUR RISPETTANDO CHI LAVORA E I LAVORATORI PROPRIAMENTE DETTI ADESSO BASTA, BISOGNA DIRE E FAR SAPERE AL PRESIDENTE DE L CONSIGLIO MONTI E AL SOTTOSEGRETARIO CATRICALA’ CON TUTTI I MEZZI STAMPA CHE IL GIOCO E’ FINITO E CHE IL CLIENTELISMO CHE DA HANNI HA DOMINATO LA SCENA POLITICO SINDACALE SICILIANA E PALERMITANA NON C’E’ PIU’ E CHE IN TEMPI DI CRISI MONDIALE ANCHE LA SICILIA E PALERMO PRIMA ATTENZIONATI A DISMISURA DAI POLITICI LOCALI A ROMA DEVONO ESSERE PARTE DEI SACRIFICI DELL’ITALIA E DEGLI ITALIANI TUTTI CON DECISIONI IMPOPOLARI CHE VANNO IMPARTITE DAL GOVERNO D’IMPERIO E ACCETTATE DA TUTTI E RISPETTATE PERCHE ‘ IL POPOLO ITALIANO E’ I CITTADINI ONESTI PALERMITANI CHE CONOSCONO LA VICENDA GESIP SONO STUFI DI CONTINUI BALZELLI E TASSE SENZA AVERNE RISCONTRO CON SERVIZI SERI ALLA CITTA E ELARGITI A

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog