Cerca

Caro Presidente Napolitano

Caro Presidente Napolitano, ho dato molto a questo Paese, studiando, lavorando, impegnandomi. Pago le tasse, le imposte e tutti i balzelli di cui l’Italia si onora, ma ogni volta che ascolto le sue prediche giornaliere mi chiedo “Ma questo Presidente che costa alla Nazione con il suo apparato oltre 235 milioni di euro annui, a cui vanno aggiunti appannaggio e pensione, in questi anni che cosa ha prodotto, come sta aiutando il popolo in questa crisi? Un Presidente che non riesce a ridurre i propri sprechi, che negli anni, pur potendo, non ha fatto nulla per cambiare un apparato politico vergognosamente oneroso, un uomo che non puo’ andare con una sola auto, con un aereo di linea, che vive nel Palazzo con oltre 1000 persone al suo servizio, che gravano sul mio misero stipendio, come si permette di dire a me che lavoro che bisogna fare sacrifici? come si permette di parlare a me che lo mantengo dicendo che ce la faremo? Certo se il caro Presidente cominciasse a tagliare i propri costi prima ancora di approvare decreti di aumenti di carburante, imposte, IMU, contributi, TIKETS e gabelle varie forse io cittadino penserei che il sacrificio è apparentemente ripartito. Il problema è proprio questo il sacrificio che oggi io, la mia famiglia facciamo non è derivato dai miei sprechi ma da quelli che uomini come il caro Presidente hanno organizzato, perpetrato ai miei danni e a quelli dei miei figli. Ebbene sig. Presidente è arrivato il momento che tutti e dico tutti, smettano di parlare ma si mettano a restituire cio’ che hanno tolto al Paese, partendo dai rimborsi elettorali,per proseguire con le dimissione di tutti i politici -oratori sterili- perchè sicuramente se un giorno io e altri come me perdono il posto a causa di una crisi aggravata dai vostri costi, allora dovranno scegliere fra l’apparato e la propria famiglia e quel giorno che dirà il caro Presidente ?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog