Cerca

figli /figliastri

GentiLe Direttore, Sono un DISOCCUPATO che come tanti altri in simili condizioni stà vivendo questo periodo post riforma pensioni ,in modo estremamente angoscioso costretto mio malgrado, indebitandomi, a far richiesta della prosecuzione volontaria. Consideri che tale richiesta è la conseguenza ” estremamente onerosa” della perdita di lavoro e l’impossibilità a trovarne un’altro ! Con il decreto Fornero di Dicembre si prevedeva la salvaguardia di quanti avevano sottoscritto in tempi certi un'accordo con lo stato....tra cui le prosecuzioni volontarie. Ora , con l’assenso dei sindacati e del PD , si stà barattando il diritto di tutti , a favore di alcuni e a scapito di altri , in una specie di incivile lotteria tra inclusi ed esclusi. Possibile che sia giustificabile salvaguardare alcuni ed invece condannare altri ? … con una lucida insensibilità si abbandonano disoccupati a vivere e versare contributi per ulteriori 3/5 anni passando sopra alla frustrazione di chi non riesce a trovare lavoro ed alla disperazione di come trovare le risorse indispensabili per la propria famiglia. Ma risulterebbe così ingiustificabile escludere dal nuovo ordinamento quanti sono loro malgrado disoccupati o ancor di più non aggiungere ai 42 anni contributivi le mensilità conseguenti alle aumentate aspettative di vita, sempre per chi disoccupato? Ma si ritiene che in un paese civile,i costi per queste persone, siano un privilegio ? Che paese si vuole costruire , quali regole si vogliono imporre …se i primi a non rispettarle è proprio lo Stato!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog