Cerca

L'USCITA DALL'EURO UNA CATASTROFE, LA DOPPIA MONETA LA NOSTRA SALVEZZA

Caro Direttore, certamente lei può chiedere pareri più autorevoli del mio e chiedo il suo aiuto. Riassumiamo : A) le nostre imprese e la nostra economia asfissiano per mancanza di liquidità, le banche non concedono denaro alle imprese ed é evidente a tutti che per fare impresa non é pensabile autofinanziarsi, non dare credito al sistema produttivo equivale quindi a distruggere la ricchezza del paesa, la ben nota piccola media impresa italiana. B)abbiamo dimostrato che non siamo capaci di ridurre la spesa pubblica, non siamo proprio in grado ! e per sostenerla ci dobbiamo indebitare in euro sino al collo pagando tassi insostenibili C) In tale contesto non ci é più consentito di stampare moneta, non siamo quindi più padroni di governare la nostra economia e siamo inevitabilmente destinati all'asfissia e alla povertà, schiacciati dalle tasse ! Uscire dall'euro, concordo, avrebbe, oggi, delle pesantissime ripercussioni su stipendi e pensioni ( grave ed ulteriore seconda svalutazione) perchè quindi non ipotizzare un sistema binario, restare nell'euto e al tempo stesso coniare la nuova lira, non convertibile però, ad esclusivo uso nazionale e pagare poi gli stipendi pubblici, metà in lire e metà in euro. Con la quota in lire, stampate dalla nostra zecca, si immetterebbe nuova liquidità sul mercato e si ridurrebbe parte della spesa pubblica, parzialmente finanziata dalle lire e non totalmente da euri presi in prestito. La FED non ha ben stampato dollari per abbattere il debito americano ? Caro Direttore, lei ha sicuramente la possibilità di approfondire tale ipotesi, confido che Libero possa valutare il doppio binario con competenti economisti. Non spocchiose maestrine o astratti professori però, non é più tempo di scherzare con la vita reale di tutti noi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog