Cerca

Dov'é finita la resistenza?

Dov’é finita la resistenza? Me lo domando, dopo l’ignobile marcia indietro del sindaco della cosiddetta capitale morale d’Italia e di coloro che lo appoggiano, di fronte al ricatto cinese sulla questione della cittadinanza onoraria al Dalai Lama. Oltre sessant’anni fa la Cina invadeva la Nazione tibetana, cercando di distruggerne la cultura con ogni forma di violenza e repressione, per assoggettarla ai propri interessi, in dispregio di ogni diritto internazionale e umano. La figura luminosa del Dalai Lama rimane, anche al di sopra della politica internazionale, simbolo della libertà morale e religiosa. E’ questo che spaventa la Cina. Vergogna, per tutta la nazione italiana, che si pieghino quei valori ai nostri interessi commerciali, per quanto grandi siano. Amaramente non mi stupisco che i discendenti politici di quei resistenti, che a metà degli anni quaranta plaudivano all’assoggettamento di intere nazioni da parte dell’URSS, si dimostrino così acquiescenti alla forza bruta della ragion di stato comunista cinese. VERGOGNA!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog