Cerca

CRISI: “ L’ Europa federale, l’unica via d'uscita"

Caro Direttore, da qualche giorno Monti ripete : “L’Italia ce la farà da sola”. Ebbene, a mio avviso, nessun stato Europeo può permettersi una tale affermazione. La Germania compresa. La crisi economica ha messo in discussione non solo l'euro ma l'intera visione dell'Ue e delle sue strutture istituzionali. Nell'attuale crisi le misure finanziarie a breve termine possono funzionare solo a condizione che, l'Europa trovi il coraggio di puntare anche all’unione politica. E’ “ L’ Europa federale, l’unica via d'uscita" . E così i debiti sovrani dei singoli stati dovranno essere i debiti di tutta l’ Europa. Solidarietà e sovra-nazionalità devono diventare il collante di tutti gli stati. Solo così si potrà, per uscire dalla crisi, far ricorso efficacemente alla leva monetaria. Al riguardo ricordo che , sin dai tempi dei Greci, in quasi tutti i paesi del mondo, la svalutazione monetaria, è stata da sempre considerata un mezzo per uscire da crisi finanziarie e da deficit dei bilanci pubblici. L’inflazione è un surrogato della tassazione , cioè lo stato, invece di far ricorso ad una maggiore pressione fiscale, ricorre alla stampa di carta moneta per poter far fronte alle crescenti necessità del pubblico bilancio. Oggi ci troviamo sull’orlo di un baratro da cui dobbiamo salvarci. L’inflazione “controllata” è il male minore rispetto alla recessione. Ma è urgente che vi siano quegli Stati Uniti d'Europa che furono già il sogno di Altiero Spinelli. Angelo Ciarlo –

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog