Cerca

Rinnovo segnalazione ingiusta dismissione Centro di Eccellenza per la cura della psoriasi

In riferimento a quanto indicato in oggetto, io sottoscritto Vincenzo D'Acunzi, nato a Nocera Superiore il 22/09/1966 ed ivi residente alla Via Taverne n. 178, già disabile ed all'attualità affetto anche da psoriasi con una severa forma di artrite psoriasica, desidero rendere tutti edotti dei notevoli disagi causati dalla emanazione del Decreto n. 26 del 14/03/2012 pubblicato sul BURC Regione Campania il 22/03/2012, in base al quale il Centro di Dermatologia dell'Ospedale Fatebenefratelli in Benevento, ove sono in cura, non potrà più prescrivermi i farmaci biologici per motivi legati al bilancio deficitario della Regione Campania; infatti, con il Decreto sopracitato, la stessa Regione ha di fatto estromesso il suddetto Centro, diretto dalla dott.ssa Antonia Galluccio, dal prescrivere farmaci biologici in nome di una presunta razionalizzazione della spesa ed economia di gestione prevista per il 20%, ma in realtà non è così perchè il 03/04/2012 è stata emanata una circolare ove in pratica viene indicato di recarsi presso altri centri regionali per l'approvvigionamento di farmaci biologici; quindi, dov'è il risparmio? In Campania sono stati dismessi n° 3 Centri tra cui ? Il Centro per le Malattie Parassitarie c/o l'Università degli Studi di Napoli , in realtà chiuso da più di un anno ? Il Reparto di Dermatologia dell'Opedale di Pagani (Sa) perchè ha meno pazienti ? Il Centro Psocare dell'Ospedale Fatebenefratelli di Benevento, che tra l'altro funziona a tutti gli effetti non solo relativamente ai farmaci biologici, e agli altri farmaci, ma anche come centro di fototerapia dedicato alla malattia, con la PUVA terapia che non viene effettuata in altri centri Voglio precisare che, essendo il sottoscritto residente in Nocera Superiore (Sa) a pochi chilometri dall'ospedale di Pagani, la notizia della dismissione del centro di dermatologia di tale ospedale non mi ha meravigliato più di tanto, in quanto è lo stesso centro che ha scambiato la mia psoriasi per una semplice disidrosi, e quella di mio figlio adolescente (anch'egli in cura presso la dott.ssa Galluccio) per una semplice dermatite (!!!), e non aggiungo altro. Al contrario al Centro Psocare del Fatebenefratelli di Benevento ho trovato una struttura di eccellenza, in cui ho potuto constatare con quanta indicazione precisa ed attenta viene formulata la prescrizione di farmaci biotecnologici seguita da completi esami di controllo in quanto questi farmaci possono essere efficaci ma possono anche avere effetti avversi. Mi chiedo quindi, così come tanti altri pazienti che hanno trovato in questo ambulatorio esperienza, professionalità, umanità e competenza, dove troverò un punto di riferimento di pari valenza? Dove potrò trovare un medico come la dott.ssa Galluccio che segue i propri pazienti da anni con impegno e passione? Dove potrò trovare un altro Centro con ambulatori giornalieri dedicati, con sale d'attesa dotate di tutti i comfort compresa la climatizzazione, con reparto di degenza con stanze che rispettano la dignità di noi malati e le nostre esigenze? Per tale motivo, voglio altresì far notare che il Decreto sopracitato è palesemente in contraddizione con quanto sancito dalla Carta Europea dei Diritti del Malato, i cui quattordici diritti trascendono l’appartenenza nazionale e non sono quindi discriminati da criteri di cittadinanza, ma riguardano la persona umana come tale. Essi esistono anche quando le leggi nazionali non prevedono la loro tutela: la loro sola enunciazione generale è sufficiente per legittimare ciascuno a reclamarne la traduzione in concrete procedure e garanzie positive. Essi sono una concretizzazione di diritti fondamentali dell'individuo e della persona e, come tali, devono essere riconosciuti e rispettati indipendentemente da limitazioni finanziarie, economiche o politiche. Mi riferisco soprattutto a quanto affermato al punto 2, ossia al Diritto all’accesso (Ogni individuo ha il diritto di accedere ai servizi sanitari che il suo stato di salute richiede. I servizi sanitari devono garantire eguale accesso a ognuno, senza discriminazioni sulla base delle risorse finanziarie, del luogo di residenza, del tipo di malattia o del momento di accesso al servizio) e precipuamente al punto 5, ossia al Diritto della libera scelta (Il paziente ha il diritto di decidere a quali esami diagnostici e terapie sottoporsi, nonché quali medici di famiglia, specialisti od ospedalieri utilizzare. I servizi sanitari hanno il dovere di garantire questo diritto, fornendo ai pazienti informazioni sui diversi centri e professionisti in grado di garantire un certo trattamento e sui risultati della loro attività. Essi devono rimuovere ogni tipo di ostacolo che limiti l’esercizio di questo diritto. Un paziente che non ha fiducia nel suo medico ha il diritto di designarne un altro). Ed è proprio questo il punto paradossale; un malato non può e non deve essere in alcun modo dirottato presso centri e/o medici scelti dall'Autorità Politica, o dalla stessa ritenuti adatti per la cura. Un paziente ha il diritto di scegliere liberamente il medico da cui farsi curare, da cui farsi seguire e prescrivere farmaci, si tratta di un rapporto di fiducia tra paziente e medico che scaturisce dalla percezione obiettiva, da parte del malato, della preparazione del medico, in quanto solo un malato è in grado di discernere quale specialista sia quello più adatto e/o il migliore per la cura della sua malattia. Quindi, la domanda che io ed altri 1052 pazienti, afferenti il Centro Psocare del Fatebenefratelli di Benevento, che ci poniamo è la seguente: "Per quale motivo dobbiamo recarci presso altre strutture ed altri specialisti per la cura della nostra malattia, quando al reparto di Dermatologia del Fatebefratelli di Benevento abbiamo trovato la struttura ed il medico che ci cura con serietà e precisione?". Lo chiedo a quanti in Regione hanno competenze in materia; Chiedo a tutti “Può un Centro che lavora nell'interesse del malato e nel rispetto della spesa essere dismesso? Perchè ciò che funziona veramente deve essere chiuso?". Non serve a niente, ai fini della riduzione della spesa, essere dirottato come un oggetto ad altri centri per la prescrizione di farmaci biologici, quando il Centro dermatologico dell'Ospedale FatebeneFratelli di Benevento è più che adatto per tale funzione, dimostrato in primis dall'alta affluenza di pazienti non solo dalle regioni del Centro-Sud, ma anche del Nord Italia. Nello sconforto che si è creato per quella che riteniamo una scandalosa decisione della Regione Campania, io e gli altri 1052 pazienti afferenti il Centro abbiamo chiesto allo stesso di acquisire le nostre firme spontaneamente affinchè siano rese pubbliche anche alla Magistratura qualora la nostra richiesta di reintegro del Centro non venisse accolta dalle Istituzioni, in primo luogo dalla Regione Campania. Altresì, nel caso non si avesse accoglienza, pensiamo di investire della questione l'opinione pubblica, la stampa nazionale e gli Organi di Controllo. Conto sulla Sua umanità e sicura capacità d’immedesimarsi nelle problematiche gravissime che affliggono noi malati psoriasici autoimmuni affinchè venga diffusa questa mia denuncia. Sarebbe per me di grande consolazione se Lei, sig. Direttore, potesse contattare la dott. Antonia Galluccio al Fatebenefratelli di Benevento (0824-771470, email: galluccio.antonia@fbfbn.it) per avere un quadro più completo della situazione, cosa che io ovviamente posso descrivere solo da paziente; ancora, se decidesse proprio di contattare il medico prima citato,può usare liberamente i mie dati (nome, cognome, residenza, e-mail) che si desumono da questa lettera. Mi sentirei onorato e gratificato per un riscontro al mio indirizzo e-mail riportato alla fine di questo scritto. Fiducioso di un Suo interessamento affinche questa incresciosa situazione venga divulgata quanto più possibile, nella fattispecie per far sì che anche la Dermatologia del Fatebenefratelli di Benevento, quale centro di eccellenza, possa prescrivere i farmaci biologici, porgo cordiali saluti. Nocera Superiore, lì 26 GIUGNO 2012 D'Acunzi Vincenzo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog