Cerca

Mettete dei fiori nei vostri cannoni

- Si fa un gran parlare, di questi tempi, circa l'opportunità di alienare caserme dismesse, alcune delle quali ridotte a ruderi, altre ubicate al centro di stupendi paesaggi marini. In Emilia si è ricorsi solo ora all’impiego dell’Esercito nelle zone disastrate dal terremoto; motivo del ritardo: “la paga straordinaria” dovuta ai militari. Ma quale differenza se, tornando indietro con la memoria, ricordiamo il consistente dispiegamento di uomini e mezzi utilizzato per affrontare i disastri del Vajont, del Friuli e dell’alluvione di Firenze. La TV organizza dibattiti sulla vicenda di un caporale accusato di uxoricidio, lasciando anche intendere che nella caserma si fossero svolti strani festini. Un altro caporale è indagato per aver violentato una ragazza all’uscita dalla discoteca. In India vengono tenuti prigionieri due Marò della San Marco. Nel mese di maggio, in una caserma toscana si è tenuto un mercato dei fiori ed una mostra di ‘maiolicari’. Di questo passo si rischia di replicare l’Editto di Caracalla (212 d. C.), allorché fu abolito il “civis romanus sum”. Anche allora, come oggi, si stravolse un antico e glorioso esercito per fare cassa. -

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog