Cerca

Alto consumo di "erba" e i suoi danni

Signor Direttore, il 26 giugno è stata la giornata "contro le droghe", ma sembra passata sotto silenzio. Un sondaggio che ha coinvolto mille volontari evidenzia un consumo di “erba” diffusissimo soprattutto tra i giovani, con un ragazzo su tre sotto i 24 anni che ne fa uso. A lanciare l'allarme è la British Lung Foundation (la fondazione inglese che studia e diffonde la prevenzione delle malattie polmonari) che sottolinea a gran voce la necessità urgente di informare di più i consumatori di cannabis, spesso convinti che un moderato uso di marijuana faccia meno male delle sigarette. Fumare marijuana fa male, molto male. E’ una minaccia per il sistema respiratorio, circolatorio e della psiche, oltre ad aumentare sensibilmente i rischi di tumore polmonare. Ma il fatto ancora più preoccupante è che intorno all’utilizzo di questa droga cosiddetta “leggera” esiste ancora una buona dose di mistificazione della realtà, a dispetto dei continui studi scientifici divulgati. La presidente della British Lung Foundation, Helena Shovelton, è molto esplicita: «Non c’è nulla di più falso: lo spinello espone al rischio di tumore polmonare circa venti volte di più rispetto alla sigaretta di tabacco».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog