Cerca

Errore di comunicazione

Credo che ci sia un errore di comunicazione nelle intenzioni che motivano il governo ai tagli nell'amministrazione pubblica. E' sbagliato far credere che i provvedimenti che saranno presi servono per far cassa per risolvere altri problemi, tipo terremotati ed esodati, o per non aumentare l'iva. Deve invece passare la convinzione che tutto quello che si farà è necessario come riforma del pubblico, operazione necessaria per cambiare un sistema sbagliato, una irrinunciabile necessità a dover correggere anni di conduzione allegra e irresponsabile di gestione dei soldi pubblici. Occorre dare la speranza che chi verrà toccato sarà in qualche modo reinserito in un altro settore, e che questa operazione è per il futuro del Paese inevitabile, ma non per dare sicurezza ad altre persone in difficoltà, facendo sentire di serie B chi verrà a sua volta colpito dalle nuove norme.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog