Cerca

Sfogo contro la casta degli avvocati

Non so a chi rivolgermi per poter far sentire la mia voce, ma spero che scrivendo in redazione Voi possiate far pervenire a chi di competenza questo mio disperato sfogo. Mi chiamo Claudio Marucci da Benevento e sono padre di una ragazza laureata in legge con ottimi profitti come tanti altri come lei, sopportando tanti sacrifici e nutrendo tante speranze, speranze che puntualmente ogni anno si vanno ad infrangere contro quel muro di arroganza e privilegi costituito dalla casta degli avvocati cosiddetti anziani che con questo pseudo esame di stato ogni anno compie una autentica carneficina, negado l' accesso alla professione a tanti giovani che pur avendo una ottima preparazione e dopo aver completato tutto il ciclo di studi con estremo sacrificio, si vedono costretti a continuare a sgobbare per qualche Studio Legale che a loro volta continuano a sfruttare cinicamente e sadicamente questi poveri ragazzi come se fossero gli ultimi garzoni di bottega. Io spero che questo mio sfogo venga letto da qualcuno, e che qualcuno "in alto" con un pò di coscienza possa in qualche modo porre rimedio a questo scempio che ogni anno si consuma sulla pelle di questi ragazzi con conseguenze devastanti anche sulle rispettive famiglie. Speranze per la verità amaramente esigue specialmente dopo l' ultima riconferma del potere e dell'arroganza della casta, quando ancorché prima delle dimissioni del governo precedente il Ministro Tremonti aveva incluso nella finanziaria la liberalizzazione della professione, si sono immediatamente ribellati i rappresentanti degli avvocati che siedono in parlamento per difendere il loro intoccabile privilegio. Io torno a sperare che comunque si riesca a trovare una via d'uscita a questa situazione che diventa sempre più intollerabile ogni anno che passa, perché ad ogni anno che passa vengono fuori nuovi laureati che si aggiungono a quelli che questa trafila la sopportano già da anni. Chiudo col ringraziare chi ha la bontà di leggere questa mia lettera e di mostrarla a chi qualcosa può fare. Saluto cordialmente Claudio Marucci

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog