Cerca

vita un po' piu dura per gli statali. E' UNA BUONA NOTIZIA???

Carissimo direttore, come elettore di centro destra, berlusconiana e statale ho sempre apprezzato le teorie sul merito ed Efficacia-Efficienza Economicità da applicare agli statali. Rientravano in un pensiero più complesso teso ad una rivoluzione culturale in senso liberale. Ma mi permetta di dirle che godere del fatto che “anche gli statali saranno licenziati” è veramente una mera espressione verbale che non si collega a nessun “pensiero” ma è piuttosto uno “slogan” che si rivolge alla pancia degli uomini peggiori. Aggiungerei agli stupidi, perché solo un cretino può godere del fatto che anche il suo vicino sarà licenziato. Dovete sempre tenere presente che NOI ELETTORI SIAMO INTELLIGENTI e, comunque, fosse solo per istinto di sopravvivenza, in una situazione così pericolosa per tutti FACCIAMO MASSA, è difficile metterci gli uni contro gli altri per condurci tutti allo stesso macello. Secondo lei se un operaio licenziato incontra uno statale licenziato, pure lui sul lastrico, pensa “sono contento” ?? NO, si riconoscono e prendono tutti e due il forcone. ATTENTI A QUELLO CHE DITE, la situazione è seria e non si può scherzare sulle persone. Chi le scrive non è in pericolo ed ha una situazione solida, ma capisco la paura e la solitudine di chi rimane indietro e non ce la fa, così davanti a certi titoli oltre ad indignarmi per la cattiveria provo una rabbia incontenibile davanti ad un’interpretazione mediocre di un’idea originale che aveva la sua legittimità. Per sdrammatizzare e parlare a qualche pancia: MA GLI STATALI LICENZIATI RUBERANNO POSTI AGLI ALTRI LICENZIATI ?? saluti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog