Cerca

La sconfitta di Craxi raccontata da Cicchitto

Caro Direttore, ho molto apprezzato il bestiario domenicale di Giampaolo Pansa, dedicato al libro di Fabrizio Cicchitto:"La linea rossa. Da Gramsci a Bersani. L’anomalia della sinistra Italiana." Pansa coglie elementi di grande interesse anche se la partita, pure cruciale, non si è svolta soltanto all’interno del PSI fino alla svolta del Midas del 76 e allo scontro "perpetuo" di Craxi con i comunisti, dagli anni universitari a quelli di Berlinguer e Occhetto. C’era pur sempre in gioco il partito della Democrazia Cristiana e Craxi finì per preferire sempre il rapporto con Andreotti e Forlani a quello con Moro e la così detta sinistra DC. Anche per questo, come auspica lo stesso Pansa, anche io mi auguro che Cicchitto ci riservi un nuovo volume che ci aiuti a comprendere questa ulteriore fase che si prospetta non meno complicata e rischiosa della vita italiana. Nuccio Fava (Presidente giornalisti europei AGE)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog