Cerca

sanatoria premiasfruttatori massacrapoveri del Corsera

Riguardo alla richiesta di G. Dalla Zanna sul Corsera 10-7-12 p.36, definita “pragmatica” di un’altra sanatoria, la ritengo sbagliata perché basata su premesse errate: Non è vero che molti clandestini continuano a trovare lavoro in Italia perché gli italiani “possono permettersi di evitare certi lavori”: ho conosciuto molti disperati (italiani e stranieri regolari) disposti a fare qualsiasi lavoro onesto, senza risultati per anni (gli annunci economici e la cronaca nera con migliaia di suicidi per disperazione da fame ne sono la prova) E’ falso che molti datori di lavoro assumono clandestini perché gli extraUE sono meno esigenti degli italiani. Se fosse vero recluterebbero tra le centinaia di migliaia di disoccupati regolari stranieri (aumentati del 30% nel 2010) E’ invece dimostrato che tra gli oltre 500.000 extracomunitari regolarizzati dal 2008, quasi nessuno non si è dimesso pochi giorni dopo l’ottenimento del permesso di soggiorno (soprattutto i maschi sanati come badanti, anche se, per loro ammissione al tg3 16/10/10, non avevano mai fatto tale lavoro). Perché ottenuto solo pagando molte migliaia di euro a finti datori di lavoro (e parlo per conoscenza in prima persona e per aver ricevuto più volte tali cospicue offerte) E’ impossibile che con 5 milioni di senza lavoro e precari, il lavoro a tempo indeterminato fosse disponibile solo per gli extraUE non regolari La verità taciuta nell’assunzione di clandestini è che costano il 70% meno, in parte perché accettano meno salario, ma soprattutto perché non viene pagata la quota (pari al 50%) di tasse e contributi Viene fatta firmare la lettera di dimissioni in bianco, attivata appena ottenuto il permesso e assunti altri clandestini che garantiranno superprofitti che: distruggono imprenditori onesti, rubano a stato, INPS, ai bisognosi di assistenza, e creano affamante disoccupazione Per evitare queste truffe criminali all’italiana basta far pagare a chi sana clandestini le tasse e i contributi pari a 2 anni di evasione (20000 euro) e lo stipendio per almeno 2 anni ad altri assunti tra i disoccupati, se viene usato il trucco di far dimettere subito i neo assunti (annullando così la convenienza della tangente a loro pagata) Ps. 30 anni fa la legge vietava le assunzioni nominative per mansioni non specialistiche, per favorire i più bisognosi. Oggi il buonismo xenofilo le ha reintrodotte con gran piacere degli sfruttatori più cinici Forse tutto ciò è noto a Dalla Zanna se chiede un costo per la sanatoria molto più basso dei truffaldini profitti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog